CORSI IN LINGUA ITALIANA

Da dove viene l’Unione Europea e come funziona? Quali sono i fattori politici, economici e culturali che sospingono il processo di integrazione? Quali contraddizioni e quali equilibri di potere è necessario comprendere per andare oltre la banale contrapposizione tra euroentusiasti e euroscettici?

Il corso stimola a porsi queste ed altre simili domande, fornendo le informazioni di base e introducendo i problemi fondamentali che ogni cittadino europeo dovrebbe conoscere, qualunque siano la sua professione, le sue convinzioni e i suoi valori.

Il corso prevede otto lezioni composte di video clip in whiteboard animation (con PDF e MP3 per una piena accessibilità dei contenuti), approfondimenti testuali e ipertestuali.

L’idea d’Europa è antica e il suo sviluppo può essere seguito lungo i due millenni che ci separano dalle civiltà classiche della Grecia e di Roma, come ha fatto il grande storico Federico Chabod. Ma l’idea di unità europea e il concreto processo di integrazione e di costruzione di istituzioni sovranazionali è invece un fatto più recente, che entra nel vivo a partire dalle guerre mondiali del secolo scorso. Si tratta di una storia in larga parte poco nota ai cittadini europei, al limite nota attraverso nozioni e idee superficiali. Eppure è una delle storie che ci riguarda più da vicino e di cui siamo attivamente partecipi ancora oggi. Per questo il corso ve la racconta in modo coinvolgente: la storia dell’integrazione europea è semplicemente la nostra storia, con un finale ancora aperto.
Dodici lezioni ne ripercorrono le principali tappe dalla Seconda Guerra Mondiale alle sfide del presente: prima sotto forma di racconto teatral-musicale, grazie ai video-clip del recital “Europa: che Passione! Storia di un amore tormentato”, poi con un video d’animazione che sottolinea le informazioni essenziali sulla singola tappa e infine con una breve lezione di approfondimento a cura di un esperto accademico.

Il mondo è sempre più interdipendente, i processi sociali, politici, economici e culturali sono sempre più il frutto delle dinamiche e degli interessi dei diversi livelli di governo.
Comprendere veramente la portata dei problemi contemporanei richiede una lettura articolata su più livelli, e questo è l'obiettivo di questo breve corso online, rivolto a giornalisti e operatori della comunicazione, che quotidianamente affrontano questa sfida.

L’unità dell’Europa è un’impresa in via di realizzazione, in cui è in gioco la creazione di un nuovo paradigma di cittadinanza – e quindi, anche, di un nuovo paradigma formativo per i sistemi educativi pubblici e per tutte le occasioni di apprendimento formale, informale e non-formale che hanno una dimensione di cittadinanza. Il diritto all’istruzione gratuita e universale nasce all’interno degli Stati europei in stretta connessione con il bisogno di dare solidità e trasmettere i valori della convivenza civile in ambito nazionale. Nell’epoca della globalizzazione, quel modello è in crisi strutturale ma le alternative cosmopolite faticano a sostituirlo in modo organico.
Nel nostro corso, docenti insegnanti e formatori troveranno proposte per comprendere il ruolo paradigmatico che può giocare la dimensione europea nei processi formativi, il ruolo che vi ha iniziato a giocare l’Unione Europea nel corso degli ultimi decenni, nonché idee pratiche su come utilizzare in classe o in altri contesti di apprendimento i materiali offerti dalla nostra piattaforma.